MITO musica, spettacolo e cultura

2905_mito_1650

Forte dell’esperienza del Festival Torino Settembre Musica, MITO nasce nel 2007 dal gemellaggio di due città da sempre attivissime nel panorama culturale italiano: Torino e Milano. Nel segno della continuità, la sua filosofia è di offrire grande musica, spettacoli e cultura internazionale con prezzi accessibili a ogni portafoglio.

Musica colta per tutti

Il Festival Torino Settembre Musica nasce nel 1978 per volontà di Giorgio Balmas, Assessore alla Cultura della città di Torino, con la missione di promuovere a tutto tondo la cosiddetta “musica colta”, ma con una formula in grado di attrarre un pubblico trasversale, diverso da quello che frequenta normalmente le sale da concerto. Prezzi popolari uniti a location differenti, come chiese, teatri, cortili e piazze, furono la chiave del successo di questa manifestazione. La direzione artistica fu affidata a Renzo Restagno, che la curò per quasi un trentennio, traghettando il Torino Settembre Musica verso Il Festival MITO. La nuova creatura vede il gemellaggio tra due grandi città e l’arricchimento quantitativo e qualitativo della proposta artistica, con moltissime nuove location e sempre più artisti coinvolti, e soprattutto un’offerta musicale spaziante dalla classica alla contemporanea, dal jazz al rock. In aggiunta, ogni edizione ospita rassegne dedicate a grandi compositori contemporanei come Luciano Berio, Gyorgy Lieti, Steve Reich e Iannis Xenakis, arracchite da pubblicazioni ideate a quattro mani con le più importanti case editrici italiane. MITO ha dedicato una particolare attenzione alla musica etnica, con rassegne dedicate alle tradizioni musicali di paesi lontani come Vietnam, Corea e Haiti, cui ha affiancato proiezioni i film, mostre, incontri, tavole rotonde e laboratori per ragazzi. Mantenendo lo spirito delle origini, MITO si propone ogni anno di trasformare Milano e Torino in un unico, immenso palcoscenico a cielo aperto.

La quinta edizione

Nel 2011 il Festival ha presentato 218 spettacoli in 20 giorni, con 155.526 presenze e il contributo di 3500 artisti. Un grande successo di pubblico dunque, presente anche alle rassegne collaterali MITOfringe e MITO per la città. La prima è stata organizzata con l’intento di anticipare l’evento principale con concerti nei luoghi più disparati: dalle metropolitane ai parchi; il secondo si è concentrato invece sugli ospedali, case di riposo, carceri e altri luoghi di rilevanza sociale. Non sono comunque mancati i grandi concerti di musica sinfonica: il primo al Pala Isozaki di Torino e il secondo al Mediolanum Forum di Milano, con una partecipazione complessiva di oltre 20.000 spettatori.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *